Packaging Ecologico: la promessa di sostenibilità di Gigaset

La sostenibilità è oggi ed è una promessa. Ognuno può migliorare il mondo, in qualsiasi momento. E ognuno può dare il suo contributo, seppure piccolo. Anche Gigaset prende molto sul serio la sostenibilità: in quanto azienda, ci sentiamo responsabili di proteggere l'ambiente, prenderci cura delle risorse e rendere il pianeta più degno di essere vissuto. A tale scopo, contribuiamo con diverse misure. In questa sezione, si parla del confezionamento dei nostri prodotti nel rispetto dell'ambiente.

Atteggiamento riflessivo e sostenibile

Le confezioni di prodotti Gigaset sono composte da materiali riciclabili per oltre il 90% e tutto questo non solo da oggi, ma già da diversi anni. Dunque, le preziose materie prime non vengono semplicemente smaltite, ma carta e cartone possono essere anche raccolti e riutilizzati senza problemi. Ciò ha un duplice effetto positivo: da un lato, la produzione di meno rifiuti, dall'altro i materiali di imballaggio riciclati sostituiscono degnamente le materie prime nuove della silvicoltura. Così facendo, non sarà necessario abbattere altri alberi.

Per le nuove scatole di prodotto, continuiamo a fidarci del cartone ondulato, che, grazie ai suoi vantaggi meccanici, è in grado di proteggere perfettamente dispositivi delicati, come gli smartphone e riflette, allo stesso tempo, un buono standard di riciclaggio. Pertanto, prodotti ben confezionati e consapevolezza ambientale sono concetti che si possono unire.

Per noi è importante anche ciò che c'è all'interno delle confezioni: Gigaset rinuncia sempre di più agli elementi di plastica. Per quanto possibile, sostituiamo le fascette serracavi e le bustine di plastica con nastri di carta. Cerchiamo materiali e metodi alternativi e abbiamo già abolito del tutto il polistirolo. Abbiamo fatto bene, ma possiamo fare di meglio. La riflessione sulla sostenibilità è un aspetto importante del nostro lavoro: lo era ieri, lo è oggi e lo sarà domani. Gigaset cercherà, dunque, ancora soluzioni per salvaguardare il nostro ambiente.

Riciclaggio e preservazione delle foreste

Le foreste ci rispettano se noi le rispettiamo. Lì non solo vivono innumerevoli tipi di animali, specie vegetali e funghi, ma anche la vita degli uomini dipende da ecosistemi forestali intatti. Senza foreste non possiamo sopravvivere, sono la base della nostra esistenza. Perciò, dovremmo preoccuparci ancora di più di preservare al meglio superfici boschive quanto più ampie possibile. Chi ricicla legno, cartone o prodotti di carta protegge attivamente l'ambiente. Anche noi di Gigaset ci affidiamo da anni al riciclaggio: le nostre confezioni di prodotti sono composte di materiale riciclabile per oltre il 90%. 

Vogliamo continuare su questa strada, puntando, allo stesso tempo, a metodi di produzione sempre più eco e trasparenti. Perciò, Gigaset collabora con l'organizzazione di pubblica utilità "Forest Stewardship Council" (FSC). L'FSC si impegna per una gestione più sostenibile delle foreste e conferisce certificati ai silvicoltori che rispettano le norme ambientali e sociali. Perciò, per i materiali da utilizzare per imballare i nostri prodotti, ci affidiamo agli standard ambientali più recenti secondo l'organizzazione.

Riciclare significa proteggere le risorse

Evitiamo gli sprechi! Chi riutilizza i materiali anziché produrne di nuovi apporta un contributo responsabile alla gestione delle nostre risorse. Perciò, i materiali riciclati sono un elemento ben accetto nel mondo dell'FSC. Noi di Gigaset, per le nostre confezioni, ci affidiamo al cartone ondulato riciclato, che è un materiale leggero e resistente. In tal modo, i nostri prodotti sono perfettamente protetti e green.

Ma quali materiali sono più adatti a essere riciclati? Questa cosa è regolamentata dallo standard dell'FSC. L'organizzazione stabilisce in che modo deve essere strutturato un sistema di certificazione dei materiali riciclati. Allo stesso tempo, questo standard viene regolarmente controllato da revisori indipendenti. A tal proposito, anche un'azienda come Gigaset trae il suo vantaggio: chi fornisce i propri materiali di imballaggio riciclati nella catena di produzione dell'FSC o li rilavora riceve una certificazione a norma dello standard di riciclaggio dell'FSC. Pertanto, noi di Gigaset sappiamo esattamente anche chi è idoneo per garantirci le confezioni dei nostri prodotti.

    Riduzione e compensazione di CO2

    Affinché i prodotti Gigaset arrivino al cliente in modo ottimale e sicuro, li imballiamo correttamente evitando materiali inutili. Gigaset, ha abbandonato la carta di fibra vergine per la carta riciclata. In tal modo si riducono le emissioni di CO2 e anche il consumo energetico durante la produzione è più basso. Non è possibile evitare completamente le emissioni di CO2, tuttavia per Gigaset la neutralità climatica è un grande obiettivo. Perciò, compensiamo le emissioni inevitabili grazie alla partnership con ClimatePartner. Questa azienda esperta e certificata offre soluzioni per la tutela del clima, promuovendo progetti per l'ambiente in tutto il mondo.

    Come funziona la compensazione di CO2?

    Che sia in politica, nella società di piccole o grandi dimensioni, la neutralità climatica ci riguarda tutti. É uno degli argomenti più importanti dei nostri tempi. Sarebbe opportuno ridurre i gas serra e non riscaldare ulteriormente l'atmosfera. Per raggiungere questo obiettivo, esistono varie misure affinché i processi aziendali o i prodotti tutelino il clima e Gigaset si impegna per adottarli e fare il suo contributo per il cambiamento.

    Questo è un passo effettivo e molto importante verso una tutela del clima. I gas serra si distribuiscono in modo uniforme nell'atmosfera e non solo nei punti dai quali vengono emessi. Quindi, è del tutto logico che si pensi al quadro generale quando si ricercano i colpevoli. Le emissioni devono essere evitate non solo a livello locale, ma vanno compensate anche a livello globale. E ci sono progetti indipendenti e certificati per la tutela del clima che si occupano proprio di questo.

      Il primo imballaggio sostenibile firmato Gigaset

      Il pensiero globale è importante tanto quanto il commercio locale: la tutela del nostro ambiente e del clima è un processo progressivo, che non sarà mai completo. La tutela dell'ambiente è un argomento importante, perciò, da anni ottimizziamo i nostri processi e le procedure di lavoro. Infatti, pensiamo sempre al domani. E già oggi possiamo presentare la nostra prima confezione di prodotto ecosostenibile.

      Gigaset GS4: ecosostenibile

      Volete operare e telefonare in modo intelligente? Con il Gigaset GS4 avrete entrambe le cose: questo nuovo smartphone è il primo prodotto Gigaset con un imballaggio che ha compensato l'impronta di carbonio con progetti di tutela del clima. In questo, abbiamo avuto al nostro fianco ClimatePartner, con le parole e con i fatti. Per rendere comprensibili le compensazioni, questi numeri identificativi sono stati contrassegnati e confermati da un certificato. Con questo sistema di caratterizzazione univoco e una soluzione IT certificata dal TÜV in Austria, ClimatePartner può garantire una trasparenza assoluta. 

      Ma quanto CO2 viene effettivamente compensato? Sappiamo abbastanza bene il risultato con Gigaset GS4: con il primo lotto di produzione di Gigaset GS4 eravamo circa a 12.000 kg. Tuttavia questo numero è chiaramente ampliabile, perché Gigaset ha in programma altre 650 varianti di prodotto, tutte da produrre con il programma di tutela del clima.

        Come funzionano la tutela del clima e la salvaguardia delle foreste?

        Disboscare, trasformare, costruire, piantare, coltivare, raccogliere. Il legno è da sempre una preziosa materia prima naturale. La foresta garantisce la biodiversità ed è tra le fonti di riduzione delle emissioni di CO2 più importanti del pianeta. La nostra vita dipende dalle foreste e le utilizziamo sempre di più: negli ultimi anni, le superfici boschive sono diminuite notevolmente in tutto il mondo. Cedono il posto a complessi residenziali o superfici utilizzate per l'agricoltura e gli alberi vengono tagliati illegalmente o spariscono sull'onda del crescente sfruttamento delle risorse.

        Ancora più importante sono i progetti di tutela delle foreste che ne garantiscono una conservazione duratura proteggendole dal disboscamento. Al momento, tuttavia, nelle regioni più povere le foreste sono spesso le uniche fonti di reddito della popolazione locale. Chi vuole proteggere le foreste deve offrire alle persone del luogo delle alternative. A tal proposito sono stati finanziati numerosi progetti per fornire alternative quanto a fonti di reddito e offerte formative.

        Gigaset promuove questi progetti per la tutela del clima di ClimatePartner:

        Piantare alberi in Germania

        In Germania ci sono paesi e città, campi e pascoli, montagne e laghi. Ma, soprattutto, ci sono foreste e poco meno di un terzo del territorio è boscoso. Tuttavia, questi 11,4 milioni di ettari sono sotto minaccia: il cambiamento climatico danneggia gli alberi. Le temperature salgono, il caldo e la siccità comportano conseguenze nelle foreste. Le specie arboree ampiamente diffuse, come l'abete rosso, sono quelle particolarmente colpite; hanno radici piatte e si avvicinano a malapena all'acqua negli strati di terreno più profondi. Le foreste sono ancora più vulnerabili, perché tempeste e parassiti, come il bostrico, causano gravi danni. E poi c'è l'effettivo pericolo di incendi boschivi, soprattutto a est, dove sono state già distrutte ampie superfici.

        Pertanto è ancora più importante proteggere e rafforzare le foreste. Uno dei metodi in cui è possibile farlo è l'imboschimento: i boschi misti sono resistenti ai cambiamenti climatici; le querce o i pini tollerano meglio il caldo e la siccità. In alcune foreste anche gli incendi sono scarsi. ClimatePartner promuove la trasformazione e il rimboschimento delle foreste tedesche e noi di Gigaset diamo seguito con piacere alla cosa: per ogni tonnellata di CO1 compensata nell'ambito dei progetti di tutela del clima riconosciuti a livello internazionale viene piantato un nuovo albero nelle foreste tedesche.

        Protezione della foresta pluviale in Brasile

        Quando si parla dei polmoni verdi della Terra, si intende la foresta amazzonica in Brasile. Sebbene sia una regione così importante per l'umanità, è a rischio: la foresta pluviale dovrebbe essere economicamente sostenibile. Il disboscamento illegale aumenta, così come gli incendi boschivi. Soltanto nel 2019 la foresta pluviale ha subito un disboscamento del 34% in più rispetto all'anno precedente. 

        La foresta di Várzea nel Pará, alla foce del Rio delle Amazzoni, è ancora un ecosistema autonomo. Le isole sono attraversate da vie navigabili e qui vivono e lavorano, da secoli, piccoli agricoltori. Il progetto Ecomapuá protegge la foresta per 90.000 ettari e il disboscamento a fini commerciali è vietato. Tutto ciò è buono per l'ambiente, ma anche le famiglie che vi vivono ne traggono un vantaggio: il progetto di tutela del clima di ClimatePartner crea posti di lavoro: ci sono offerte formative e nuove fonti di reddito mediante il commercio di miele o bacche di açaí. Anche questo progetto è promosso da Gigaset.

        Iniziare con poco per arrivare a grandi cose

        Il materiale è essenziale così anche le dimensioni

        Nella promessa di sostenibilità di Gigaset rientra il riciclaggio dei materiali di imballaggio, ma anche il fatto di cercare di produrne di meno. Perciò, ogni prodotto Gigaset viene imballato in maniera ottimale e nel rispetto dell'ambiente. Ciò riguarda soprattutto le dimensioni degli imballaggi, già notevolmente ridotti anche in passato. Con dimensioni inferiori c'è più spazio sui pallet, così è possibile trasportare contemporaneamente più pacchi e ridurre le emissioni di CO2.

        Gli imballaggi ridotti sono altrettanto sicuri per il trasporto integro del prodotto? Anche in questo caso, sottoponiamo i rivestimenti esterni dei relativi imballaggi a test e a prove d'urto. Verifichiamo, tra le altre cose, se un imballaggio resiste ad accelerate e frenate subite 100 volte per lato. Perché desideriamo che i nostri prodotti arrivino a destinazione nelle stesse buone condizioni in cui li abbiamo spediti. Inoltre, per una più affidabile stabilità, nei nostri imballaggi sono presenti cartoni ondulati che, grazie alla loro struttura, sono leggeri e al tempo stesso molto stabili.

          E non finisce mica qui

          In questa sezione, si parla del confezionamento dei nostri prodotti nel rispetto dell'ambiente. Tuttavia, anche in altri ambiti Gigaset agisce in maniera responsabile e sostenibile.

          +

          La promessa del "Made in Germany". Gigaset produce nel cuore della Germania, in modo il più possibile ecosostenibile, e in un impianto industriale moderno. Ci troviamo a Bocholt, che per un breve tratto funge da via di approvvigionamento e consente di ridurre le emissioni di CO2, perché siamo molto vicini ai nostri fornitori e clienti regionali.

          +

          Il vantaggio della tecnologia. Grazie alla tecnologia ECO DECT dei nostri telefoni fissi, il consumo energetico e la trasmissione di onde radio tra il portatile e la base è notevolmente ridotta.

          +

          Riparare anziché buttare. Puntiamo alla riparazione per una lunga durata dei dispositivi Gigaset e per risparmiare le risorse.

          +

          Carta e plastica: Anche i manuali di istruzioni dei nostri prodotti sono stampati su carta riciclata. La carta è dotata di certificazione FSC e vanta anche il marchio ambientale Angelo Blu.

          +

          Utilizzo consapevole dei materiali. Per la stampa, viene utilizzato esclusivamente inchiostro privo di oli minerali e a bassa migrazione.

          +

          Economia sostenibile. Utilizziamo corrente senza emissioni di CO2 al 100% e risparmiamo acqua.

          E poi c'è l'effettiva componente sociale del "Made in Germany". Gigaset è un'azienda molto stimata in Renania settentrionale-Vestfalia. Grazie ai nostri metodi di produzione altamente moderni, possiamo produrre allo stesso costo dell'Asia, nazione nella quale si trovano la maggior parte dei prodotti e della concorrenza. Garantiamo condizioni di lavoro oneste e, grazie alla collaborazione con i fornitori locali, non solo ci prendiamo cura dell'ambiente, ma rafforziamo anche l'economia locale e, di conseguenza, tutta la regione.


          Informazioni su ClimatePartner

          ClimatePartner è un fornitore di soluzioni per la tutela del clima per le imprese. ClimatePartner unisce le consulenze individuali a un software basato su cloud unico sul mercato. I clienti possono calcolare le emissioni di CO2 con il software e, in base ai risultati, riconoscere in quali punti le emissioni si riducono e compensare le emissioni inevitabili. In tal modo, i prodotti e le imprese sono sostenibili e ciò viene confermato dall'etichetta di ClimatePartner.

          ClimatePartner offre progetti di protezione del clima in diverse regioni e con diverse tecnologie e standard. Gli effetti sociali aggiuntivi dei progetti sono particolarmente importanti. I 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, gli SDG, sono il punto di riferimento.

          ClimatePartner è stata fondata a Monaco nel 2006 e oggi conta oltre 100 collaboratori a Berlino, Essen, Erevan, Colonia, Londra, Monaco, Vienna, Zurigo. Collabora con oltre 2.500 imprese in 35 Paesi.

          Quali criteri deve rispettare un progetto per la tutela del clima certificato?

          Tutti i progetti di tutela del clima, oltre al risparmio sulle emissioni, devono rispettare quattro criteri principali per essere considerati tali: addizionalità, esclusione di doppi conteggi, durevolezza e riesame svolto da soggetti terzi indipendenti.

          Addizionalità

          È necessario garantire che un progetto venga eseguito solo se riceve finanziamenti aggiuntivi dallo scambio di emissioni. Pertanto, il progetto deve fare affidamento sulle entrate derivanti dallo scambio di emissioni per soddisfare le sue esigenze di finanziamento e deve essere in grado di dimostrare questa esigenza. I progetti economicamente sostenibili, che realizzati senza queste entrate, non soddisfano i criteri e non possono essere utilizzati per compensare le emissioni di CO2.

          Esclusione di doppi conteggi

          È necessario garantire che la riduzione di CO2 non venga rilevata già in altri punti. Ad esempio, un impianto solare la cui energia è venduta come energia verde non può essere utilizzato come progetto di tutela del clima, perché l'effetto positivo sul clima è già attribuito sulla fonte energia.

          Inoltre, il processo di neutralità climatica deve garantire che le emissioni di CO2 risparmiate, vengano conteggiate solo una volta, per compensare le emissioni di CO2 e che le quote corrispondenti vengano poi assegnate.

          Durevolezza

          I risparmi sulle emissioni devono essere durature nel tempo. Questo criterio è particolarmente importante per i progetti di rimboschimento e tutela delle foreste. Nell'ambito di questi progetti, è infatti necessario garantire che le superfici boschive restino tali per un certo periodo di tempo. Una superficie boschiva, che, ad esempio, dopo qualche anno, a causa di un incendio, viene convertita in pascolo per bestiame, non può essere riconosciuta come progetto di tutela del clima.

          Riesame periodico svolto da soggetti terzi indipendenti

          I progetti di tutela del clima devono essere riesaminati, a intervalli regolari, da soggetti terzi indipendenti rispetto a tutti i criteri menzionati. Questi verificano l'osservanza dei relativi standard e stabiliscono, in modo retroattivo, l'effettiva quantità di CO2 risparmiata. Su questi progetti vengono, perciò, elaborate regolarmente delle relazioni sui progressi compiuti.

          La ClimateMap offre una selezione di progetti di tutela del clima certificati, parte del portfolio di ClimatePartner. Per ulteriori informazioni e conoscenze specifiche su ClimaPartner visita il sito www.climatepartner.com/de.


          Informazioni sull'FSC

          Il Forest Stewardship Council (FSC) è un'organizzazione indipendente e di pubblica utilità che ha lo scopo di promuovere una gestione forestale ecocompatibile, socialmente equilibrata ed economicamente sostenibile in tutto il mondo. La visione dell'FSC è che le foreste soddisfano necessità sociali, ecologiche e commerciali oltre ai diritti dell'attuale generazione, senza compromettere quelle delle generazioni future.

          Lo standard dell'FSC regolamenta i materiali adatti a essere riciclati e il sistema di certificazione dei materiali riciclati. Le aziende che forniscono materiali riciclati nella catena di produzione dell'FSC o che li rilavorano, vengono certificati a norma dello standard di riciclaggio dell'FSC.


          Ulteriori informazioni su Gigaset